Aeroplani, cavalieri, draghi, soli di mille colori, città immaginarie, Camilla Falsini è una meravigliosa visionaria, una viaggiatrice con i piedi sulla terra, occhi e cuore in cieli di mondi magici e sconosciuti. Rosso, verde, blu, colori intensi e decisi per raccontare fantasie senza limiti d’età, narrazioni senza tempo, spazi che a calpestarli un passo è nella realtà e l’altro nell’immaginifico, figure che a guardarle bene potrebbero essere protagoniste tanto di un poema cavalleresco del cinquecento quanto di un romanzo fantascientifico di una città futuristica del prossimo secolo. Camilla Falsini intreccia le sagome di sogni e incubi notturni con mostri e fantasmi diurni, suggerisce ambientazioni e suggestioni, scrive la propria storia e scrive le prime righe di una storia che parlerà agli altri, a tutti quelli che saranno in grado di trovare un pezzo della propria anima e un frammento del proprio viaggio tra quei tetti colorati e in quelle forme antropomorfe.

Camilla Falsini ama reinventare il mondo animale, disegnare intrecciando orecchie, ali, zampe, criniere, specie fantastiche animano le sue realtà, si incontrano e si scontrano con i suoi cavalieri, da giochi di parole nascono pretesti perché draghi, cavalli e vispi galletti scorazzino insieme sugli stessi muri o sulle pagine colorate di un libro illustrato. Gioca, Falsini, ma è un gioco riflessivo il suo, semplice ma impegnativo, immaginario ed enigmatico, ma infondo chiaro e diretto, perfettamente calato nella realtà dei nostri tempi. È solo attraverso il gioco che adulti e bambini potranno comprendere e affrontare le diverse fasi della vita, l’artista lo sa e offre loro una corsa sulla giostra.

Con la capacità comunicativa dell’illustratrice e la libertà espressiva dell’artista, Camilla Falsini racconta il viaggio spensierato di un pesce che, su due ruote, come un motociclista, e sulla cresta delle onde, come un surfista, sfreccia di città in città, godendo dell’aria calda e avvolgente di un tramonto e della frizzante brezza mattutina dell’alba. È con Michelin che viaggio e gioco si incontrano, pinne al vento, becco e occhi dritti verso il cielo, e quale miglior modo per affrontare la vita se non la felicità.

Inquadra l'opera con l'app TABB e scopri nuovi contenuti in realtà aumentata!

Camilla Falsini

Camilla Falsini è una illustratrice italiana nata a Roma. Lo stile delle opere di Camilla si ispira ai grandi della illustrazione, primo fra tutti Bruno Munari. Illustratrice, pittrice, street artist, scultrice, amante della sperimentazione sia dal punto di vista della tecnica di disegno che da quelle dei materiali, predilige legno e carta, che le consentono di arricchire l'opera agendo fisicamente sul supporto. Le sue illustrazioni, estremamente colorate, sono popolate da stambe creature dalle fattezze antropomorfe che, a detta della stessa Camilla, "non si prendono mai sul serio".

Come artista ha realizzato lavori per NIKE, Eni, Comune di Roma, RCS, Pitti Immagine Uomo, PFIZER, creando opere uniche come grandi quadri, pitture murali o sculture. Ha preso parte a molte mostre collettive ed ha esposto all'estero come ad esempio alla Fifty24MX Gallery in Messico, insieme ad artisti internazionali. Ha partecipato ai festival di street-art: Subsidenze, Pop-up, ArtConventional, FRA, Arteinattesa, Pittura Viva, Influazioni, Local Art Walls e Premio Antonio Giordano e ha preso parte al progetto MURo, Museo Urban di Roma.