L’uomo in movimento

Con un cielo stellato alle spalle, tra i colori di un tramonto soffuso, nella quiete e nella serenità di una strada deserta e silenziosa, un bambino cammina poggiando i piedi inesperti sul passo solido e sicuro del padre. Mani nelle mani, gli affida il tempo presente e i primi sguardi verso quello che presto sarà il suo futuro.

Con la sensibilità che da sempre lo contraddistingue, Neve seleziona con cura significati e valori, espressioni e movimenti, simboli e rimandi delle sue opere. Immagini del reale, trasposizioni e racconti di vita quotidiana, piccoli frammenti di storie si fanno evocazione di emozioni, speranze e visioni del domani.

Nell’immaginario comune l’iconografia della famiglia rappresenta l’affidabilità, la fiducia, la sicurezza, un luogo protetto in cui crescere e compiere i primi passi, un ambiente sereno dal clima giocoso in cui lo sguardo intraprendente di un bambino può volgersi verso l’avvenire senza paura la sollceitudine paterna è sempre forza e mai ostacolo. Fa così, Neve, colpisce lo spettatore nell’intimità, rievoca ricordi di storie passate o presenti, pezzi di strada affrontati insieme e poi il coraggio di lasciar proseguire.
È così che l’artista vuole raccontare la storia di Michelin, che con passione e dedizione, attraverso la cura dei dettagli, la ricerca dell’affidabilità e della sicurezza, ha accompagnato e accompagna ciascuno di noi lungo le nostre strade, con la premura che solo una famiglia sa offrire.
Pian piano il cielo si colora di luce notturna. Pian piano ritorna giorno e tutto riprende a vibrare di nuova vita.

Inquadra l'opera con l'app TABB e scopri nuovi contenuti in realtà aumentata!

Neve

Neve inizia a dipingere per gioco sui muri di Torino nel 1995. La passione per l’arte cresce in fretta tra la strada e la vita: con gli occhi solcati dalle occhiaie e le mani regolarmente tinte di vernice non perde occasione per lasciare la sua impronta, per dipingere e ricercare il suo stile. L’amore per l’estetica e per il classicismo lo porta a coniugare l’arte urbana con quella accademica, grazie all’uso del figurativo come mezzo di espressione. Dipinge in Italia, Spagna, Francia, Inghilterra, Grecia, Svizzera e Germania, sperimentando linguaggi diversi e padroneggiando diverse tecniche.

Leggi tutto